Argento per Arianna Follis

arianna follis argento a Oslo2011.jpgE’ giunto un altro argento per l’Italia: Arianna Follis ha gareggiato egregiamente nella gara sprint a tecnica libera, al Mondiale di Oslo. Anche gli uomini hanno gareggiato, ma purtroppo nessuno è riuscito a piazzarsi ai “piani alti”. Purtroppo per loro non sono state scommesse sportive positive.

Scommesse sportive positive per l’atleta Arianna Follis, la quale si è potata a casa un argento per la gara dello sprint a tecnica libera. Nonostante Arianna Follis non abbia dato del suo meglio alle qualificazioni, alla fine è riuscita a dare il meglio di sé portando a casa un medaglia d’argento e rivelando così della scommesse sportive buone.

La gara è stata davvero interessante e lo conferma la stessa Follis che ha dichiarato: “E’ stata una gara all’inseguimento della Bjoergen, davvero la più forte, ma io sono felicissima di questo secondo posto e spero di continuare e finire ancora così bene la mia miglior stagione, sono anche terza in Coppa del Mondo”.  Arianna Follis, felice sul suo successo e di aver portato a casa un’altra splendida medaglia d’argento, ha dichiarato: “Salire sul podio di un Mondiale
due anni dopo aver vinto l’oro è stupendo Bjoergen era sopra le righe, ma quello che ho fatto in semifinale mi ha aiutato a capire che potevo crederci davvero e che dovevo sforzarmi fino alla fine. Dedico questa medaglia a mio marito, alla mia famiglia e alla squadra italiana di fondo: le medaglie che portiamo a casa coronano il lavoro svolto”.

Per quanto riguarda la sprint maschile, invece, non è stato un italiano ha avere successo, bensì lo svedese Hellner sul norvegese Northug e sull’altro svedese Joensson, che era visto come il favorito. Federico Pellegrini, invece, ha sfiorato di poco la finale, piazzandosi 12° , davanti a David Hofer (18°) e Renato Pasini (30°), che purtroppo è caduto nel rettilineo finale. L’unico atleta eliminato è stato Fulvio Scola, piazzatosi 43°.

Argento per Arianna Follisultima modifica: 2011-02-27T11:53:00+01:00da max-poker
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento